2 prodotti

Cranberry

( Vaccinium macrocarpon aiton )

Drenaggio dei liquidi corporei. Funzionalità delle vie urinarie. Antiossidante.

Inizialmente, si ipotizzò che l’azione antisettica del Cranberry a livello urinario fosse correlata alla capacità di acidificare le urine, rendendole meno ospitali per la proliferazione di batteri come l’Escherichia coli (uno dei più comuni agenti eziologici delle infezioni urinarie, coinvolto in circa l’80% dei casi). Successivi studi sperimentali hanno confermato che il bersaglio principale del frutto del Cranberry è proprio l’Escherichia coli; tuttavia, il meccanismo d’azione principale non dipende tanto dalla capacità di acidificare le urine, quanto piuttosto di inibire l’adesione dell’Escherichia coli fimbriato alle cellule epiteliali urinarie. L’azione sembra dovuta alle pro-antocianidine, polifenoli che inibiscono selettivamente le adesine prodotte dai batteri riducendo l’adesione batterica alle cellule uroepiteliali.

Le pro-antocianidine più attive in questo senso sembrano essere quelle di tipo A (PAC) che, infatti, sono maggioritarie nel “fitocomplesso mirtillo” e circa 4 volte più abbondanti dei monomeri di epicatechina, nettamente meno attivi.

Ingredienti